Il Dermoscopy PRO ritorna a Gubbio

Dal 19 al 21 settembre il Park Hotel Ai Capuccini di Gubbio ospiterà la 24esima edizione del noto Congresso di Dermoscopia

Il DermoscopyPRO 24, dopo la lunga parentesi Covid, torna finalmente nella sua originale location eugubina, con l’intento dichiarato, ancora una volta, di rappresentare una finestra sull’attuale panorama dermoscopico internazionale e sulle più recenti e affascinanti tendenze. Il Programma Scientifico del Meeting, dal titolo “DermoscopyTrends 24” si articolerà su sette sessioni tematiche. Quella inaugurale sarà caratterizzata da Lectures dedicate ai pattern dermoscopici delle lesioni melanocitarie benigne e maligne mentre la Sessione “Criteri dermoscopici emergenti” affronterà alcuni aspetti morfologici, quali la pigmentazione reticolare grigio-blu e la depigmentazione reticolare/strie bianche brillanti, che se riscontrate nell’ambito di lesioni di natura melanocitaria si rivelano spesso decisive nella decisione di procedere all’escissione. Si esamineranno anche i pattern infiammatori, settore dermoscopico che negli ultimi anni ha avuto uno sviluppo vertiginoso, tale da divenire una branca a sé (Inflammoscopia) e nel contempo fornire uno strumento valutativo utile nella gestione clinica e terapeutica di patologie cutanee comuni quali la Psoriasi. I lavori del Venerdì mattina saranno dedicati alla Dermoscopia Topografica, ossia all’esame di quelle sedi (volto, labbra/cavo orale, palpebre, orecchio esterno, regioni palmo-plantari, arti e genitali) dove alle differenti caratteristche anatomiche del tegumento corrisponde una semeiotica dermoscopica affatto peculiare e meritevole di essere approfondita. Il programma del venerdì pomeriggio prevede 2 sessioni tematiche: la prima dedicata al Monitoraggio Digitale Sequenziale delle lesioni melanocitarie, metodica entrata con prepotenza nella prassi di screening dei soggetti a rischio elevato di melanoma, perché permette un follow-up più efficace nel cogliere eventuali lesioni maligne in fase precoce. La seconda raccoglierà i più recenti campi di applicazione della Dermoscopia, come quello della valutazione preoperatoria dei margini delle lesioni, della scelta e nel monitoraggio di trattamenti alternatvi alla chirurgia, ma anche approfondimenti su neoplasie cutanee come linfomi e tumori annessiali. La prima Sessione di sabato sarà una sorta di Smart Course che in due ore riproporrà le più attuali tendenze dermoscopiche nell’ambito delle malattie di unghie e cuoio capelluto di carattere infettivo, infiammatorio e neoplastico. La seconda e ultima sessione si prefiggerà infine di fornire ai partecipanti un’attualizzata revisione dei criteri dermoscopici dei due principali Non Melanoma Skin Cancers, il carcinoma basocellulare e quello squamoso che rappresentano, in termini di incidenza, la componente più cospicua della dermo-oncologia moderna. Come di consueto, l’Advanced Meeting garantisce un’ampia interattività Relatore/Platea, che trova da sempre nel Quiz Interattivo “A voi la diagnosi” il suo momento più alto. Straordinario come sempre il parterre dei Relatori: accanto ai padroni di casa Saturnino Gasparini e Gian Luigi Giovene, si alterneranno sul palco Caterina Longo e Giovanni Pellacani, Enzo Errichetti ed Aimilios Lallas, Vincenzo De Giorgi ed Alessandro Di Stefani, Domenico Piccolo, Michela Starace ed Alfredo Rossi, ovvero alcuni dei migliori interpreti della diagnostica dermoscopica.