Dermoscopy PRO ‘23: il meglio del meglio

Dal 21 al 23 settembre Perugia ospiterà il nuovo Dermoscopy PRO
in una edizione rivista per offrire al discente le migliori relazioni sul tema

Inizia il countdown verso la ventunesima edizione del DermoscopyPRO, il Meeting di Dermoscopia più longevo del nostro Paese. Programmato per il 21, 22 e 23 settembre 2023, a Perugia presso il BW Hotel Quattrotorri, quello di quest’anno sarà un congresso rinnovato pur nel rispetto della tradizione di un format di successo. Come è noto, infatti, la consueta formula dell’Advanced Meeting è stata basata da sempre sulla scelta, da parte dei due chairmen Saturnino Gasparini e Gian Luigi Giovene, di argomenti e relatori funzionali allo sviluppo di un tema precostituito ed organico, in grado di dare a ogni edizione un “colore” differente e originale alla manifestazione. Questa volta, invece, l’incontro, il cui sottotitolo sarà “My Very Best”, è stato concepito per essere un tributo speciale ad alcuni prestigiosi relatori, cui è stato chiesto di proporre in piena autonomia le Lectures che loro ritengono essere le più interessanti e originali. Insomma, una collezione di assolute performances che per gli argomenti trattati mantiene comunque un’invidiabile coerenza didascalica. Il programma infatti si articolerà su tre aree tematiche. La prima sarà dedicata alla Oncodermoscopia, la più antica ed estesa applicazione della metodica, che si soffermerà sugli aspetti dermoscopici e gestionali dei nevi congeniti, sul nevo displastico, sulle lesioni spitzoidi e su quelle acromiche/ipocromiche, sul melanoma sottile metastatizzante, su quello su nevo preesistente, sul melanoma pediatrico e su svariate altre entità clinico-dermoscopiche di tipo oncologico di grande interesse e criticità diagnostica. La seconda area tematica sarà dedicata alla Dermoscopia Topografica, con approfondimenti distrettuali per le lesioni mammarie, auricolari, mucose, ungueali e delle aree di transizione, così peculiari e non di rado insidiose nell’ambito della semeiotica dermoscopica. Terza tematica sarà infine quella dedicata alla Dermoscopia in Dermatologia Generale, la più recente e in via di vertiginoso sviluppo. Si partirà dall’età pediatrica, passando attraverso l’attualissimo settore dell’Infettivoscopia, per poi soffermarsi ampiamente su quello dell’Inflammoscopia, forse il più attuale, non solo perché permette il più delle volte una diagnosi di certezza senza dover ricorrere al prelievo istologico, ma anche perché, come nel caso della psoriasi, consente un monitoraggio terapeutico ottimale per il raggiungimento e il mantenimento dei risultati auspicati. Non mancheranno topics di grande attualità, quali quelli in campo estetico (Dermoscopia e Laser; Utilità della dermoscopia nella scelta del trattamento delle cicatrici ipertrofiche e cheloidee) e quelli relativi agli aspetti medico-legali della disciplina di riferimento (Quando perdi un melanoma: aspetti medico legali). Appuntamento quindi dal 21 settembre per conoscere quanto di meglio sia stato mai prodotto, a livello scientifico, nel macrocosmo della dermoscopia specialistica.